top of page

Un bollino blu per favorire lo sblocco dei crediti incagliati legati al superbonus


fonte: idealista.it


Consentire lo sblocco dei crediti incagliati legati al superbonus e più in generale ai bonus edilizi è l’obiettivo che vuole raggiungere il governo e per farlo sta pensando di introdurre un bollino blu. L’idea, nello specifico, è quella di realizzare una certificazione rilasciata dal Fisco a garanzia della bontà dei crediti nati prima dei provvedimenti antifrodi, così da rendere più tranquilli i potenziali acquirenti.


Bollino blu e superbonus

Il bollino blu rilasciato dalla Guardia di Finanzia e apposto dal Fisco andrebbe a rappresentare una vera e propria garanzia della validità dei crediti. La certificazione diventerebbe così uno strumento utile a sbloccare i crediti incagliati. A parlarne è stato il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, durante il question time alla Camera dello scorso 13 settembre, quando ha fatto sapere che per il superbonus 110% non è prevista alcuna proroga. Giorgetti ha detto: “Non è intenzione del governo procedere alla proroga delle misure relative agli interventi nelle forme finora conosciute”.

Parlando poi dell’annoso problema legato ai crediti incagliati ha affermato: “Il mercato di acquisto dei crediti è ripartito grazie all’impegno del governo e alle certificazioni della natura di tali crediti e proprio per questo sono allo studio dell’esecutivo strumenti attraverso i quali consentire la verifica della bontà di quelli ancora in possesso dei cittadini e sorti nel periodo antecedente l’introduzione dei vincoli di appropriatezza”.

Quello dei crediti incagliati è un nodo da sciogliere e il cosiddetto bollino blu potrebbe essere lo strumento utilizzato dal governo per far ripartire il mercato rendendo più appetibili i crediti dei bonus edilizi, in particolar modo quelli antecedenti le misure antifrodi varate nel novembre 2021.




7 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page